Il Dott. Nicola Ivaldo, Chirurgo ortopedico specializzato in chirurgia della spalla, ci parla dell’intervento di sostituzione protesica di spalla.

L’intervento

In questo genere di operazione possono essere utilizzati due diversi tipi di protesi.

  • Le prime vengono dette protesi anatomiche, sono composte da una parte sferica o semisferica nell’omero e da una piatta da inserire nella scapola e vengono applicate quando le componenti ossee e tendinee sono ancora in discrete condizioni, ragion per cui sono scelte prevalentemente per il trattamento di pazienti più giovani.
  • Le seconde, invece, sono le cosiddette protesi inverse, largamente più utilizzate e al cui interno sono presenti componenti invertite. Vengono usate prevalentemente per gli anziani, in quanto applicate nei casi in cui le componenti tendinee molli o quelle ossee (o entrambe) risultino gravemente compromesse.

 

CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO