fbpx

Seleziona Pagina

Blefaroplastica, la chirurgia dello sguardo

Blefaroplastica, la chirurgia dello sguardo

Il Dott. Antonio Cella, specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, ci parla della blefaroplastica, l’intervento che permette di donare allo sguardo la freschezza perduta in seguito al rilassamento dei tegumenti palpebrali, provocato da fattori genetici e/o dall’invecchiamento. 

 

Con il trascorrere del tempo il nostro sguardo perde freschezza a causa di palpebre cadenti e altri segni del tempo. Scopriamo come la chirurgia può venirci in aiuto. 

 

In cosa consiste l’intervento di Blefaroplastica?

La blefaroplastica rientra in quella che noi specialisti chiamiamo “chirurgia dello sguardo”, ovvero quell’intervento che rimodella le palpebre. 

 

Parliamo di Blefaroplastica superiore

E’ un intervento che trova indicazione quando c’è la comunemente detta “palpebra cadente”, ovvero della cute in eccesso a livello superiore. Talvolta ostacola persino la normale funzionalità visiva. Si tratta di un intervento piuttosto semplice che si può eseguire anche in anestesia locale. 

 

Quali differenze con la Blefaroplastica inferiore?

Questo intervento si rivolge a livello della palpebra inferiore. E’ indicato quando vi è una presenza di borse – che perlopiù sono borse di tipo grassoso – o di un eccesso cutaneo. Anche la Blefaroplastica inferiore si svolge in anestesia locale e ha tempi di recupero un po’ più lunghi della superiore. 

 

GUARDA L’INTERVISTA DEL DOTT. ANTONIO CELLA

 

Blefaroplastica: quando è indicato l’intervento?

L’età è relativa. A volte concorrono dei fattori costituzionali, ovvero pazienti che già a 30 o 40 anni presentano questo tipo di difetto, soprattutto a livello della palpebra inferiore. E’ però evidente che con il tempo questi difetti tendono ad acuirsi, quindi a vedersi di più.

 

La fase post operatoria

L’intervento è poco invasivo, ma riguardando lo sguardo – quindi le palpebre e gli occhi – ed è quindi un intervento che richiede alcune settimane di riposo. Normalmente dico ai miei pazienti che sono necessari circa 10-15 giorni per tornare ad una vita normale.

 

Nell’ambito della chirurgia dello sguardo, oltre alla blefaroplastica cosa c’è di nuovo? 

Negli ultimi anni abbiamo dato molta importanza al sopracciglio. Spesso capita che il paziente si presenti per un problema di palpebra cadente ma in realtà, oltre a quello, vi è anche la presenza di un sopracciglio che si è abbassato. In questi casi l’interno di blefaroplastica non sarebbe sufficiente a dare un risultato estetico soddisfacente. Per questo consigliamo il lifting del sopracciglio, intervento che si prefigge di sollevare il sopracciglio. 

Circa l'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Alcuni dei nostri Partners:

12
4
7
4
8
megagen-partner
9
10
11
previous arrow
next arrow

Aforismi&Citazioni

205803490_313768693788284_2920829524623890827_n
205803490_313768693788284_2920829524623890827_n
205803490_313768693788284_2920829524623890827_n
previous arrow
next arrow

IL METEO

METEO Italia

IL METEO

METEO Italia

Pin It on Pinterest

Share This