Nuove tecniche di telemedicina e telechirurgia capaci di assistere gli astronauti in orbita o in missioni più lontane, ma anche chi si trovi in luoghi isolati, sulla Terra. Stampanti 3D che generano biomateriali da usare nello spazio. Sistemi di telecomunicazione sempre più avanzati, satelliti in grado di monitorare il pianeta, rilevare l’inquinamento e aiutare lo sviluppo di un’agricoltura sostenibile.
Sono alcuni degli argomenti che saranno affrontati nel New Space Economy European Expo-Forum (NSE), giunto quest’anno alla sua seconda edizione, che si svolgerà in versione interamente digitale dall’11 al 12 dicembre e di cui Focus è media partner.. Italia protagonista. Nonostante la crisi che stiamo attraversando, l’economia dello spazio è in forte espansione. Attualmente il fatturato a livello globale è di circa 350 miliardi di dollari; e secondo le stime della banca d’investimenti Morgan Stanley potrebbe superare i mille miliardi (la metà del Pil italiano attuale) entro il 2040.
L’Italia, peraltro, vanta in questo settore la presenza di 280 aziende, per un fatturato totale di circa 2 miliardi di euro e 7.000 addetti.. Il futuro è qui. «Tutti noi, più o meno consapevolmente, ogni giorno utilizziamo tecnologie e applicazioni spaziali», osserva Maria Cristina Falvella, presidente della Fondazione E. Amaldi, che con Fiera Roma e con in patrocinio di Asi (Agenzia Spaziale Italiana) ha organizzato l’evento.
«I temi che saranno affrontati nelle sessioni webinar descrivono i tratti della società del prossimo decennio, tra cui nuove forme di mobilità, utilizzo della geo-localizzazione per il monitoraggio delle emergenze e dei beni culturali, agricoltura di precisione, logistica satellitare, cybersecurity, telemedicina e farmacologia spaziale».
Tutto questo sarà incasellato nei cinque macro temi in cui si articola il programma: Our Planet, Info-mobility, Economy, Industry, Health.
La Keynote Session Industries di venerdì 11 dicembre (11:26 am – 2:57 pm), che avrà molti ospiti di rilievo tra cui l’amministratore delegato di Avio Giulio Ranzo e il Chief Technology Officer di Leonardo Roberto Cingolani, sarà moderata dal caporedattore di Focus Andrea Parlangeli.. Finestra virtuale. L’evento avrà una “doppia anima”: una di fiera, con circa 70 aziende che parteciperanno con stand virtuali, e una di convegno, indirizzata a un pubblico più ampio, con una ricca proposta di approfondimenti, workshop, sessioni plenarie e discorsi istituzionali.
Focus avrà un suo spazio con il numero speciale attualmente in edicola, realizzato in collaborazione con l’astronauta Luca Parmitano, nel quale peraltro c’è un lungo articolo dedicato alle ricadute della ricerca spaziale sulla vita quotidiana di ciascuno di noi
La partecipazione al New Space Economy European ExpoForum è gratuita, ma è necessario iscriversi a questo indirizzo. Il programma completo è su www.nseexpoforum.com    .