Come stabilito dal Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze pubblicato nella Gazzetta ufficiale lo scorso 22 marzo, la Tessera sanitaria cambia volto.

Le modifiche relative alla Cns – Carta nazionale dei servizi sono state apportate attraverso l’inserimento di una specifica correzione al precedente decreto (risalente all’11 marzo del 2004).

Cosa cambia

La nuova impostazione grafica – in realtà già in vigore dal mese di marzo – prevede che, sia nel caso di una nuova emissione del documento che qualora esso dovesse essere rinnovato, venga eliminato il classico logo della Regione di appartenenza. Non risulterà, invece, alcuna variazione per quanto concerne i dati riportati nel documento.

I dati

Per questa ragione, nella parte anteriore della scheda continueremo a trovare:

  • Il Codice fiscale.
  • La data di scadenza a 6 anni (o la scadenza del permesso di soggiorno).
  • Cognome, nome e sesso.
  • Comune e Provincia di nascita.
  • Data di nascita dell’interessato.

Nella parte posteriore della scheda, invece, saranno riportate le informazioni che in genere contraddistinguono lo standard europeo per la Tessera europea di assicurazione malattia:

  • Banda magnetica.
  • Barcode.
  • Identificazione del modulo.
  • Sigla di identificazione dello Stato che rilascia la tessera.
  • Numero di identificazione personale (coincidente col codice fiscale riportato sul fronte).
  • Numero di identificazione dell’Istituzione emittente.
  • L’identificativo del documento (unico punto in cui continuerà a comparire il codice della Regione di appartenenza).

Dopo il rinnovo, il documento varrà inviato direttamente all’indirizzo corrispondente all’Anagrafe tributaria dell’Agenzia delle entrate.