Dopo alcune indiscrezioni trapelate già nel tardo pomeriggio di ieri grazie alla pubblicazione della notizia sul sito francese France Soir e alla sua relativa condivisione sui social, è arrivata la conferma: è morto Luc Montagnier, celebre virologo francese salito agli onori della cronaca già nel 1983 con la scoperta del virus dell’HIV, condivisa con la virologa e immunologa Françoise Barré-Sinoussi. Proprio grazie a questa scoperta, nel 2008 aveva vinto il Premio Nobel per la medicina, insieme con il virologo tedesco Harald zur Hausen, autore della scoperta in merito alla connessione tra Papillomavirus e cancro della cervice uterina .A confermare la notizia è il giornale francese Libération.

L’ormai ex-direttore emerito del Centre national de la recherche scientifique e dell’Unità di Oncologia Virale dell’Istituto Pasteur di Parigi – diventato nell’ultimo periodo un riferimento dei no-vax, di cui aveva abbracciato le posizioni – si è spento l’8 febbraio all’ospedale americano Neuilly-sur-Seine, alle porte di Parigi. Aveva 89 anni.